The economy of Francesco

Giovedì 15 ottobre ore 19.30 sul canale Youtube della Diocesi di Padova

Sono sette i giovani – tra i 25 e 36 anni – del territorio della Diocesi di Padova che stanno partecipando al progetto The Economy of Francesco, l’evento internazionale promosso e voluto da papa Francesco che si sarebbe dovuto svolgere dal 26 al 28 marzo 2020 ad Assisi. Causa Covid-19 è stato “trasformato” e vedrà un prossimo appuntamento on line nel giorni 19-21 novembre 2020 e successivamente – salvo ulteriori variazioni – un appuntamento “in presenza” nell’autunno 2021.

Sette giovani donne e uomini che si stanno particolarmente adoperando e da mesi stanno lavorando nei loro “villaggi” di riferimento: Diletta Pasqualotto (Women for Economy); Stefano Turcato(Business in Transition); Sara Maragno(CO2 of Inequalities); Ludovica Montesanto (Management & Gift); Alberto Bortolami (CO2 of Inequalities); Luca Pittarello (Business in Transition); Paolo Pizzato (Business in Transition)

Con loro, grazie alla collaborazione tra vari uffici pastorali e comparto diocesano della comunicazione, si dialogherà, alla scoperta delle loro motivazioni e del progetto nel suo insieme, giovedì 15 ottobre, in una diretta YouTube sul canale della Diocesi di Padova, giovedì 15 ottobre, a partire dalle ore 19.30.

–––––––––––––––––––––

The Economy of Francesco vede ad oggi coinvolti attivamente un migliaio di giovani in tutto il mondo, impegnati a lavorare su 12 tematiche (che nel progetto si chiamano “villaggi”), nell’obiettivo di far emergere problematiche e promuovere progetti e soluzioni per un’economia diversa: «Quella che fa vivere e non uccide, include e non esclude, umanizza e non disumanizza».

Papa Francesco nel suo messaggio (11 maggio 2019), datato 1° maggio 2019, festa di san Giuseppe Lavoratore, ricorda che tutti siamo chiamati «a rivedere i nostri schemi mentali e morali, perché siano più conformi ai comandamenti di Dio e alle esigenze del bene comune»e rivolgendosi ai giovani partecipanti al progetto dice «voi siete già profezia di un’economia attenta alla persona e all’ambiente».