Veglia di Libera

Mercoledì 20 marzo 2019

Veglia di Libera

in preparazione alla XXIV giornata della memoria e dell’impegno in ricordo delle vittime innocenti delle mafie promossa da Libera e Avviso pubblico per il 21 marzo a Padova

Mercoledì 20 marzo 2019

Padova, Basilica di Sant’Antonio

 

Saluto

Non mi è possibile essere presente fisicamente ma lo sono con il cuore. Avrei desiderato esserci per testimoniare la vicinanza della Chiesa di Padova a quanti sono stati feriti per i legami violentemente recisi con famigliari e amici caduti vittime delle Mafie. Ci sarò però domani.

So che perdere un proprio familiare a causa di un assassinio è dramma che rischia di inchiodare tutta la vita a quell’istante, è uno strappo così violento e brutale che può far perdere la dimensione “spirituale” della morte.

La morte violenta porta via una parte della propria stessa vita, ingiustamente privata di pezzi di sé, della propria storia, del proprio futuro; priva in particolare della pace del proprio cuore che viene esasperato e talvolta indotto a convivere con sentimenti e risentimenti che non voleva ospitare.

Vorrei offrire la spalla delle comunità cristiane e di ogni cristiano come luogo privilegiato a cui appoggiarsi per condividere questo dolore e le sue lacrime, dove non sentirsi soli e potersi unire gli uni agli altri per aprirsi alla speranza… come miracolo della fraternità.

È una dimensione essenziale del nostro essere comunità di fede: non le frasi fatte recitate a memoria, ma il coraggio del silenzio, del contatto, dell’ascolto e dell’accoglienza di fronte al vostro dolore.

Prego il Signore che le nostre comunità cristiane vivano e donino parole e gesti di ascolto, di accoglienza e di speranza.

Loro, custodi della fede nella morte di Gesù e nella sua resurrezione, possano accompagnarvi a vedere la vita che non finisce con la morte e che rende possibile continuare a impegnarsi per un paese che cammina in avanti, nella giustizia, nella pace.

Su questo cammino spero che possiate ospitare anche me e anche la Chiesa che presiedo, perché da tempo ha scelto di camminare con gesti concreti con uno stile puro rispetto a ogni mafia e illegalità.

+ Claudio, vescovo

Padova, Basilica di Sant'Antonio
20-03-2019