Rito di Ordinazione diaconale 2017: il video è pubblicato e disponibile

Sabato 28 ottobre, alle ore 16, nella Basilica Cattedrale di Padova

Il vescovo di Padova, mons. Claudio Cipolla, sabato 28 ottobre, alle ore 16, in Basilica Cattedrale ha ordinato sette diaconi: un seminarista, Nicola Cauzzo, in cammino verso l’ordinazione presbiterale; quattro che diventeranno diaconi permanenti (Stefano Bertocco, Mauro Franceschini, Tiziano Lando e Siro Zavagnin) e due frati minori conventuali (Antonio Biasiotto e Andrea Bottaro).

Il diaconato è il primo grado dell’ordine e consacra i candidati al servizio del Vangelo, della liturgia e della carità, a immagine di Cristo che è venuto per servire e non per essere servito. Il diacono, come ricorda la costituzione dogmatica Lumen Gentium al numero 29 può «amministrare solennemente il battesimo, conservare e distribuire l’Eucaristia, assistere e benedire il matrimonio in nome della Chiesa, portare il viatico ai moribondi, leggere la Sacra Scrittura ai fedeli, istruire ed esortare il popolo, presiedere al culto e alla preghiera dei fedeli, amministrare i sacramentali, presiedere al rito funebre e alla sepoltura. Essendo dedicati agli uffici di carità e di assistenza, i diaconi si ricordino del monito di S. Policarpo: ”Essere misericordiosi, attivi, camminare secondo la verità del Signore, il quale si è fatto servo di tutti”».

 

I profili.

Il seminarista

Nicola Cauzzo, 24 anni, seminarista, è originario di Limena (Pd), in cammino verso il presbiterato (per lui si parla di diaconato transeunte in quanto successivamente diventerà prete).

Quattro diventeranno diaconi permanenti, portando a 55 il numero complessivo dei diaconi permanenti in Diocesi. Sono:

Siro Zavagnin, 48 anni di Carbonara di Rovolon (Pd), sposato con Annalisa e padre di tre figli. È insegnante di religione.

Stefano Bertocco, 52 anni, di Bagnoli di Sopra (Pd), celibe. È impiegato.

Tiziano Lando, 60 anni, di Rossano Veneto (Vi), è sposato con Valeria, ha quattro figli. È muratore.

Mauro Franceschini, 58 anni, di Cazzago di Pianiga (Ve), è sposato con Giannina, ha due figlie. È impiegato amministrativo.

I due frati conventuali sono:

Fra Antonio Biasiotto, 45 anni, di Bagnolo di Mella (Brescia) e fra Andrea Bottaro, 32 anni, di Granze di Camin (Padova) entrambi professi solenni dal 2015.

Il testo dell’omelia del vescovo Claudio

il vescovo mons. claudio cipolla con i sette diaconi.

fonte: ufficio stampa diocesi di Padova