Gli auguri natalizi di mons. Claudio Cipolla, vescovo di Padova

Video e testo

Buon Natale!
Desidero che questo mio augurio vi raggiunga nel quotidiano della vostra vita, là dove sono i vostri affetti, le vostre famiglie, il vostro lavoro, lungo le strade, nelle case e nelle piazze delle nostre città, perché il Signore viene «ad abitare in mezzo a noi», nella storia di tutti i giorni.
Il Natale ci ricorda che il Signore entra e si incarna nelle nostre storie e nei nostri ambienti di vita, anche e soprattutto là dove c’è tristezza e sofferenza. È in questa normalità che siamo tutti chiamati ad annunciare il Vangelo e dire che il Signore ci è accanto, che ci è vicino anche quando siamo «affaticati e oppressi».

Il senso profondo del Natale – quello che davvero celebriamo in questa festa – è la fedeltà del Signore, la sua continua disponibilità per noi: il Signore è fedele sempre, anche quando non riusciamo a percepirlo e siamo distratti dalle fatiche del nostro vivere. Il Signore non ci dimentica, non ci lascia, è presente. Il Natale, ogni anno, ci ricorda questo suo esserci accanto.

Gesù che viene ci presenta il volto di Dio che ci vuole bene, che ci cerca, che ci viene incontro, che ci ama e si carica delle nostre difficoltà.

Vorrei che il mio augurio e questa certezza del “Dio vicino” raggiungessero tutte le persone che in questi giorni non possono venire nelle nostre comunità, non possono partecipare alla gioia della festa insieme perché malate, anziane o impedite per altre ragioni, e vorrei che questa certezza della fedeltà del Signore Gesù arrivasse con particolare simpatia e affetto – come balsamo che allevia le ferite – a quanti vivono situazioni di disagio, dolore, oppressione e difficoltà.

L’annuncio dell’angelo nella notte santa ci sostenga e ci dia speranza: «Non temete, ecco vi annunzio una grande gioia, che sarà di tutto il popolo: oggi vi è nato nella città di Davide un salvatore, che è il Cristo Signore».
Buon Natale a ciascuno e a tutti!
+ Claudio, vescovo