Archivio: News

TAG

Il Santo del fraternità e della pace

In occasione della festa di Sant’Antonio, desidero rivolgere a tutti un caloroso messaggio di “pace e bene”. Sant’Antonio è Patrono della nostra Città e su essa continua ad estendere la sua celeste protezione, intercedendo davanti a Dio per le nostre necessità spirituali e materiali, ed in particolare per le persone colpite da lutti o dai danni provocati dal terremoto. Dobbiamo essere consapevoli dei nostri limiti, ma in pari tempo eleviamo in alto il nostro sguardo e abbiamo fiducia. Al “Santo” siamo invitati a guardare, anche, come esempio di comportamento personale e di relazioni familiari e sociali. In questo messaggio vorrei mettere in rilievo lo spirito e le qualità delle relazioni vissute dal “Santo” e che dovremmo sforzarci di imitare.

Il vescovo ordina otto seminaristi e un comboniano

Domenica 3 giugno, solennità della Santissima Trinità, il vescovo di Padova, mons. Antonio Mattiazzo ordinerà nove nuovi presbiteri. La celebrazione si svolgerà in basilica Cattedrale dalle ore 17. Otto degli ordinandi sono diaconi alunni del seminario diocesano e il nono è un missionario comboniano. In attesa dell’ordinazione e del loro ministero a servizio della nostra Diocesi, sabato 2 giugno alle ore 21 nella chiesa del seminario Maggiore, si svolgerà una veglia di preghiera per affidare le loro vite e il loro ministero al Signore. I preti novelli sono: Campesato Claudio, della parrocchia di Grisignano di Zocco, Di Rienzo Vito Antonio da Bertipaglia, Francescon Mattia e Piovan Giuliano, entrambi da Casalserugo, Milani Luca, originario da Pontelongo, Vignotto Daniele della parrocchia di Arino di Dolo, Xausa Erick da Salcedo, Zaramella Paolo originario della parrocchia del sacro Cuore in Padova. A loro si unisce Diego Dalle Carbonare, missionario comboniano originario della parrocchia di Cogollo del Cengio.

Caritas per il terremoto dell'Emilia

Prosegue e si intensifica l’impegno della rete Caritas in Italia a sostegno delle popolazioni colpite dai terremoti che in queste settimane continuano a susseguirsi. La terra trema ancora, cresce la paura e aumentano gli sfollati. Anche le nuove scosse sono state avvertite in tutto il nord e parte del centro Italia. Caritas Italiana ha aperto una raccolta fondi e stanziato centomila euro. Da Caritas Padova viene rilanciato l'appello e una raccolta fondi “Terremoto 2012”

Cose nuove del lavoro – Maggio 2012

“«L’elemento etico è il fattore intrinseco delle leggi economiche». Queste parole sintetizzano in modo molto efficace il pensiero del neo-Beato Giuseppe Toniolo, figura di laico credente che nella sua vita e nella sua attività di ricerca intellettuale ha saputo testimoniare il Vangelo nei campi ardui dell’economia e del lavoro. È doveroso per noi cristiani, in questo tempo di forti difficoltà legate al lavoro, trarre spunti di stile, di fede e di impegno da uomini come Giuseppe Toniolo, al quale anche Padova è in parte legata, in quanto sede dei suoi studi e degli inizi sia della sua attività accademica sia del suo apostolato in ambito sociale. In occasione della Festa del lavoro 2012, traendo spunto quest’anno dalla figura di Giuseppe Toniolo, come Chiesa di Padova vorremmo offrire due spunti di riflessione”. Inizia così il messaggio del vescovo Antonio per la festa e il mese del lavoro 2012.

Domenica 29 aprile: colletta per il Fondo straordinario di solidarietà

“Di fronte alla grave crisi economica che colpisce, in particolare il lavoro che è un bene comune e, di conseguenza, la dignità e il sostentamento delle persone e delle famiglie, come cristiani e come comunità cristiane non possiamo rimanere indifferenti, ma rispondere con un'attiva solidarietà, come ci ha pure stimolato il recente Convegno ecclesiale di Aquileia (13-15 aprile)”. Inizia così la lettera che il vescovo Antonio Mattiazzo scrive alle comunità cristiane per invitare a promuovere una colletta domenicale a favore del Fondo straordinario di solidarietà per il lavoro.

Secondo Convegno ecclesiale del Triveneto

Conto alla rovescia per il Secondo convegno ecclesiale Triveneto che vedrà riunite a Grado e Aquileia, dal 13 al 15 aprile 2012, le rappresentanze delle 15 diocesi del Nordest con i loro vescovi. Un convenire insieme guidati dalla parola “ascolto” per essere “Testimoni di Cristo” come recita il titolo.

Lettera dei Vescovi delle Chiese del Triveneto alle comunita' cristiane

“Cari fedeli, noi Vescovi delle 15 Diocesi del Triveneto, in prossimità del Secondo Convegno ecclesiale di Aquileia (13-15 aprile 2012) – Testimoni di Cristo, in ascolto – rivolgiamo un saluto di grazia e pace a tutte le Comunità cristiane del territorio del Nordest con i loro presbiteri, diaconi, persone consacrate e laici: uomini e donne che formano le nostre Chiese locali”. Inizia così la lettera che i vescovi delle chiese sorelle di Veneto, Friuli Venezia Giulia e Trentino Alto Adige indirizzano alle comunità cristiane in vista dell'ormai prossimo appuntamento di Aquileia e Grado (13-15 aprile 2012)